Gruppo Terre Alte – Benevento

Si procede…sulla Via Micaelica: 2^ tappa: Paduli – Ponte dei Ladroni- Ponte delle Chianche- Aequum Tuticum

Domenica 18 Febbraio 2007
Intersezionale Benevento – Napoli

Via TraianeaVilma Tarantino, coadiuvata da Mario Graziano, ha guidato l’attesa escursione intersezionale con Napoli sul percorso dell’ antica via Micaelica o Via dell’ Angelo su cui il suo gruppo sta lavorando già da circa un anno.

La riscoperta della Via Micaelica è oggi uno degli obiettivi primari che il Gruppo PanoramaTerre Alte del CAI si prefigge di realizzare nell’ Italia centro meridionale, a prosecuzione della Via Francigena, avvalendosi della collaborazione del Centro Studi Micaelici delle Università di Bari e di Foggia , del Centro Studi della Curia Arcivescovile di Cast.mare di Stabia e del GAM di Foggia.

PonteladroneIl convegno nazionale del 15 settembre 2007 che si terrà al rifugio S.Michele sul Faito, nell’ ambito delle “Giornate culturali ai rifugi”, avrà proprio come tema “I Sentieri medievali: la Via Micaelica”.

L’ escursione ha visto l’ attenta partecipazione di 48 soci e simpatizzanti di Via TraianaBenevento, Napoli, Piedimonte e Foggia.

Le incerte condizioni metereologiche e le condizioni dei sentieri, in alcuni tratti molto fangosi, non hanno permesso di raggiungere Aequum Tuticum, che sarà quindi raggiunto e …superato nella terza tappa.Santuario della Macchia

Il percorso in sintesi:

Siamo partiti dal fiume Tammaro, in territorio di Paduli, per imboccare la “Traiana” al bivio della 90 bis con Sant’ Arcangelo Trimonte. Ponte delle ChianchePrima sosta agli interessanti resti del ponte Ladroni: ponte romano sul torrente La Ferrara, costituito all’ origine da tre grandi arcate per una lunghezza di 40metri. Ora è parzialmente interrato e poco accessibile ed è oggetto di studio anche da parte del Gruppo. Dal ponte si risale fino al sito archeologico “La starza”, con i resti di una villa romana. Si prosegue lungo la Traiana e dopo la visita all’interessante Madonna della Macchia del XII secmedievale santuario della Madonna della Macchia in cui si conserva una statua della Madonna con Bambino del XII sec., si giunge al grandioso Ponte delle Chianche, imponente struttura romana, ancora parzialmente ben conservata, in origine formata da sei arcate per una lunghezza di 120 metri.

Il TaburnoRitornati al Santuario l’ escursione ha avuto termine per il peggioramento delle condizioni atmosferiche.

I complimenti più vivi a Vilma Tarantino , a Mario Graziano e a tutto il gruppo per l’ entusiasmo e il rigore scientifico con cui operano.Wilma Tarantino, guida e traghettatrice

Enzo Di Gironimo