2° corso per operatore regionale tutela ambiente montano

La Commissione Regionale Tutela Ambiente Montano della Campania – Organo Tecnico Territoriale Operativo del Club Alpino Italiano organizza il

2° CORSO PER OPERATORE REGIONALE TUTELA AMBIENTE MONTANO

I SESSIONE 26 – 27 OTTOBRE Piedimonte Matese
II SESSIONE 9 – 10 NOVEMBRE Frigento
III SESSIONE 23 – 24 NOVEMBRE San Sebastiano al Vesuvio
IV SESSIONE 7 – 8 DICEMBRE Castellamare di Stabia
V SESSIONE 11 – 12 GENNAIO Montano Antilia

Il Corso è destinato a soci CAI che vogliano operare in sezione, in veste di operatori di tutela ambiente montano, collaborando con le proprie sezioni e le altre strutture del CAI, per diffondere ai soci i valori culturali di cui sono portatori e impegnandosi a intervenire su questioni di materia ambientale.

Il Corso è diviso in due parti ben distinte:
 La formazione. Verrà effettuata attraverso le 5 sessioni del corso
I SESSIONE 26 – 27 OTTOBRE Piedimonte Matese
II SESSIONE 9 – 10 NOVEMBRE Frigento
III SESSIONE 23 – 24 NOVEMBRE San Sebastiano al Vesuvio
IV SESSIONE 7 – 8 DICEMBRE Castellamare di Stabia
V SESSIONE 11 – 12 GENNAIO Montano Antilia
 L’accertamento dell’idoneità, mediante elaborato di valutazione, test a risposta multipla o aperta, colloquio orale

Ammissione e requisiti

a) essere in possesso del godimento dei diritti civili;
b) essere soci CAI in regola con il tesseramento per l’anno 2019;
c) essere disponibili a partecipare ai seminari di aggiornamento promossi dall’OTTO di appartenenza;
d) appartenere preferibilmente alle Regioni dell’ex Area Territoriale CMI (Centro, Meridione e Isole);
e) aver svolto preferibilmente un’attività sezionale negli ultimi due anni. È condizione preferenziale l’esperienza organizzativa e di conduzione di gruppi in ambito escursionistico sezionale. Tali attività devono essere indicate sul modulo curriculum da allegare alla domanda.
Il Corso è riservato ad un numero massimo di 20 e minimo di 15 allievi.

Iscrizione entro il 6 ottobre 2019

Quota di iscrizione  € 300,00 (comprende il contributo per le spese organizzative, il materiale didattico, spese vive di docenza dei vari istruttori, la cena del sabato, i sacchetti lunch nei giorni di corso e l’attestato da Titolato, al superamento del corso).

Leggi e scarica il bando con il programma

Scarica e compila il modulo del curriculum personale

Domenica 15 settembre 2019 – Escursione – PNALM

Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise

Forca Resuni dalla Madonna di Canneto

 
Direttore Antonio Fiorentino 3337373268
Escursione con bus turistico piccolo: affrettarsi a prenotare! 
 
Lunghezza 16 km – Dislivello  920 m – Durata 9 ore
Segnaletica carta PNALM sentiero F2  05
Equipaggiamento da montagna – Portare 2 litri di acqua

Descrizione del percorso:

Per consentire la partecipazione di tutti sono stati previsti due itinerari.
 
La Valle Canneto si trova a Sette Frati  provincia di Frosinone: salendo il sentiero F2 e 05 alla destra si vede il gruppo montuoso del Petroso, riserva integrale e il monte Capraro. 
 
Si parte dal Santuario Madonna del Canneto m. 1010; percorrendo la sterrata si prende il sentiero F2 e salendo dolcemente si costeggia il torrente Melfa. Dopo 40 minuti si arriva a delle bellissime cascate, dov’è ricordata la presenza di Papa Giovanni Paolo II: in raccoglimento e in meditazione ammiriamo la bellezza del posto. In ricordo di tale evento le cascate prendono il nome del Papa Polacco. In questo posto le persone meno allenate si possono fermare.
 
Chi prosegue, attraversa una bellissima faggeta con sentiero dolce e poco pendente per arrivare al rifugio Acquanera m. 1320, aperto per l’occasione, situato in un grande prato dove, tempo permettendo, si può prendere il sole e  mangiare, disl m. 310 dalla partenza. Si può acquistare vino.
 
Il gruppo restante continua fino ad arrivare ai Tre Confini, a questo punto se c’è tempo continuando il sentiero 05 si arriva al rifugio Forca Resuni. Si torna per lo stesso percorso per prendere il bus e ritornare a Napoli in serata.
 
Per la lontananza da Napoli e la lunghezza del percorso si raccomandano puntualità e rispetto delle regole che vengono impartite dal Direttore di escursione.
 
Per problemi di viabilità il bus è piccolo quindi bisogna affrettarsi per prenotare!
 

14 settembre 2019 – Rifugi di cultura

VII Edizione di “Rifugi di Cultura”

CAI Napoli e CAI Piedimonte Matese – Capanna sociale Monte Orso, Loc. Pozzacchio, quota 1368

RIFUGINARTE: CUORI E SAPORI A QUOTA 1000

Una giornata con la cultura di montagna a 360°: valorizzazione del patrimonio enogastronomico del territorio e spettacolo teatrale alla ricerca delle sinergie tra montagna e teatro.

Organizzatori: Alberta Acone (CAI Napoli; cell. 320.31.29.873) – Franco Panella (CAI Piedimonte Matese; cell. 329.37.28.748)

Prenotazione entro il 6 settembre 2019

Leggi e scarica la locandina con il programma completo

Domenica 8 settembre 2019 – Escursione – Monti Lattari

Valle delle Ferriere da Amalfi – La Valle dei Mulini, la Valle delle Ferriere, la Riserva Orientata Naturale, il Museo della Carta

Direttori:     Lucia Palumbo (CAI Cava) ONC 349 55.27.203 – Alberta Acone (CAI Napoli) ONC 320 31.29.873

Adesioni entro il 6 settembre

Percorso: Sentiero CAI 325 – AR – Dislivello: 300 mt circa – Durata: 3 ore – Difficoltà: E/T

Visita della Riserva Naturale Orientata – costo 5,00 € – obbligatoria prenotazione entro giovedì 5 settembre

Visita del Museo della Carta – costo 3,50 € – obbligatoria prenotazione entro giovedì 5 settembre

Escursione con auto proprie – Ritrovo: Piazza Duomo ad Amalfi alle ore 9,45

N.B.:      Chi non è interessato alle visite guidate deve comunque prenotarsi e specificare che farà esclusivamente l’escursione

Il ritorno è previsto dopo la pausa colazione a sacco. L’escursione termina ad Amalfi con la visita guidata al Museo della Carta Amalfi. 

Da portare: acqua, giacca impermeabile in caso di pioggia, colazione al sacco

Approvvigionamento idrico : una fontana lungo il sentiero ed un posto di ristoro

Equipaggiamento: Calzare scarpe da trekking e munirsi di bastoncini.

Per il raggiungimento del luogo di appuntamento consultare il sito https://www.sitasudtrasporti.it.

Leggi e scarica la scheda con la descrizione del percorso

Il CNSAS Campania recluta nuovi volontari


Il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico della Campania recluta nuovi volontari

Dal 1° al 30 settembre si acquisiranno le domande di ammissione relative all’anno 2019.

Come tutti avete avuto modo di vedere vi è stata una crescita quasi esponenziale delle richieste di intervento, delle necessità di presidio del territorio e delle necessità di svolgere attività specialistica proprio al fianco di Sezioni, Scuole e Commissioni regionali: un incremento costante, che richiede tanta collaborazione. Ai soci CAI, giovani e meno giovani, il CNSAS Campania si rivolge confidando che vogliano entrare a far parte di questa preziosa struttura.

Le domande, il cui modulo principale e modulo privacy trovate in allegato, dovranno pervenire unicamente via posta o a mano ai CAPOSTAZIONE competenti* ed essere corredate da:

  1. Certificato medico generico
  2. Foto formato tessera da applicare sulla domanda
  3. Foto tessera digitale (formato jpeg o bitmap) da inviare all’indirizzo mail presidente@cnsascampania.it

Eventuali invii anticipati via mail dovranno comunque essere seguiti dall’invio cartaceo per regolarizzare burocraticamente la pratica.

*Contatti:

– Capostazione soccorso alpino sig. Alessandro De Cristofaro cellulare 347-1344719, email: ale.decristofaro@hotmail.com

– Capostazione soccorso speleologico sig. Vittorio Morrone cellulare 329-2629015, email: victormor83@yahoo.it

DATI GENERALI

L’ammissione al CNSAS è possibile per tutti i soci del Club Alpino Italiano di età compresa tra i 18 e i 45 anni, dopo il superamento delle prove di ammissione, necessarie per la verifica dei requisiti richiesti. L’iscrizione al CAI è elemento imprescindibile per l’accesso al CNSAS e deve essere stata fatta almeno un anno prima dalla data in cui si presenta la domanda.

REQUISITI PER IL SOCCORSO ALPINO

Capacità di movimento su tutti i terreni di montagna, arrampicata su roccia da capocorda (4°UIAA) e su ghiaccio (60°), sci su tutti i tipi di neve.

REQUISITI PER IL SOCCORSO SPELEOLOGICO

Conoscenza della tecnica di arrampicata e di movimento in grotta, capacità di attrezzamento e di progressione su corda e in meandro.

N.B.: Eventuali deroghe a quanto sopra possono essere valutate, solo in casi particolari come ad esempio i sanitari (medici/infermieri), a discrezione della Direzione Regionale.

Scarica e compila la domanda di ammissione

Leggi e scarica l’informativa del CNSAS

Carmelina Barbera

Ci ha lasciato Carmelina Barbera, nostra socia dei grandi anni della ricerca speleologica e paleontologica della nostra sezione, Presidente del Comitato scientifico del Museo di etnopreistoria “Alfonso Piciocchi”, professore di paleontologia all’Università Federico II di Napoli.

Socia della sezione di Napoli dal 1986, appassionata escursionista nelle montagne cilentane, è stata autrice di numerosi articoli nel nostro Bollettino sezionale, oltre alla sua considerevole produzione scientifica universitaria.

Alla figlia Raffaella Lamagna, nostra socia naturalista e speleologa, rivolgiamo le più sentite condoglianze e un affettuoso ricordo che tanti di noi conservano della sorridente e gioviale, instancabile Lina.

14-15 settembre 2019 – Escursioni alle cascate della Majella

Parco nazionale della Majella – Cascate dell’Orfento (Caramanico) – Cascata di San Giovanni (Guardiagrele)

Accompagnatori 
Angela Frate (340.673.4961)
Rosa Ponticelli (339.322.3339)

Adesioni entro il 12 settembre

Programma Generale

         Il primo giorno partenza da Napoli alle ore 7. Arrivo al Centro Visitatori di Caramanico Terme ore 11, per la registrazione. Non è consentito entrare nel parco senza registrarsi. Dal Centro Visitatori ha inizio l’escursione nella valle dell’Orfento. Dopo l’escursione partenza e sistemazione in albergo. Visita alla bella cittadina di Guardiagrele, sede del Parco Nazionale della Majella, famosa per gli artigiani del ferro battuto e le ‘sise delle monache’ del laboratorio di pasticceria Lullo. In serata cena al Ristorante Garden di Rapino.

        Il secondo giorno, partenza ore 9, ci recheremo in località Bocca di Valle, per l’escursione alla Cascata di S. Giovanni. Dopo l’escursione una visita al Sacrario dedicato ad Andrea Bafile con un’epigrafe di G. D’Annunzio agli abruzzesi caduti di tutte le guerre, ‘figli della Maiella Madre’

Sabato 14 settembre: Cascate della Valle dell’Orfento

Dislivello: 120 m – Durata: 3 ore incluso soste – Distanza:  Km 3.5 – Difficoltà: E – Tipologia: A/R

Domenica 15 settembre: Cascata di San Giovanni da Guardiagrele

Dislivello: 650 m considerati i vari saliscendi che conducono alla cascata -Durata: 5 ore incluso soste – Distanza: 8 km – Difficoltà: E – Tipologia: Anello

Mezzi di trasporto per il week-end: Escursioni con auto proprie

Equipaggiamento per le escursioni: Scarponi trekking, bastoncini, zaino, acqua, colazione al sacco, mantellina per la pioggia, abbigliamento a strati per caldo e freddo , ricambio da tenere in auto in caso di pioggia.

Leggi e scarica la scheda con il programma completo, la descrizione dei percorsi e le informazioni per il pernottamento

Avvertenze:

  • Si raccomanda la massima puntualità e il possesso di tutta l’attrezzatura necessaria per le escursioni.
  • E’ obbligatoria l’assicurazione per i non soci Cai per entrambe le giornate di escursione. A tal fine si prega di comunicare le proprie generalità (nome, cognome, luogo e data di nascita, indirizzo email) entro e non oltre giovedì 12 settembre.
  • Le direttrici di escursione si riservano di modificare il percorso ed anche di  annullare una o tutte e due le escursioni in caso di previsioni meteorologiche critiche.

8 agosto 2019 Ricordando Lucio Polverino

L’8 agosto Lucio avrebbe compiuto 65 anni. Il suo ricordo è vivissimo fra tutti i soci che lo hanno conosciuto, che hanno condiviso con lui la giovinezza e la montagna, che con lui hanno imparato tanto e che lo portano sempre nel cuore.

Queste due foto sono state scattate una ventina di anni fa, sul M. Cavallo nelle Mainarde, con una giovanissima escursionista che a 9 anni fece la sua prima uscita su neve.

Ciao Lucio, il nostro pensiero ti incontra spesso sui sentieri.

Sabato 14 settembre – Rifugi di cultura

Capanna sociale Monte Orso, Località Pozzacchio, Castello del Matese, quota 1368 – CAI Piedimonte Matese e CAI Napoli

RIFUGINARTE: CUORI E SAPORI A QUOTA 1000

Nell’ambito della rassegna Rifugi di cultura, organizzata dal CAI sul territorio nazionale, il CAI Napoli e il CAI Piedimonte Matese organizzano la giornata Rifuginarte: cuori e sapori a quota 1000. Una giornata con la cultura di montagna a 360°: valorizzazione del patrimonio enogastronomico del territorio e spettacolo teatrale alla ricerca delle sinergie tra montagna e teatro.

Contatti: 320 3129783 (Alberta); 329 3728748 (Franco)

Leggi e scarica la locandina della manifestazione

sabato 14 settembre – visita della centrale idroelettrica di Presenzano

I sabati culturali del CAI Napoli

Presenzano – Visita della centrale idroelettrica “Domenico Cimarosa”

Ogni volta che andiamo in montagna in Abruzzo o in Molise attraversiamo un paesaggio per noi abituale, i cui dettagli scandiscono i nostri percorsi: la forma triangolare del borgo di Presenzano, le condotte verdi della centrale idroelettrica, il terrapieno della diga coronato dai pali dell’illuminazione… Poi continuiamo in auto verso le nostre mete: ci soffermiamo mai sulle realtà che attraversiamo?

Sabato 14 settembre 2019 potremo visitare questa centrale che da trent’anni vediamo sulla nostra strada: alla gita successiva, queste zone ci saranno ancora più familiari…

Accompagnatore: M. Giovanna Canzanella 338.877.28.72

Difficoltà: T – Durata: 5 ore – Mezzo di trasporto: auto proprie

Adesioni: L’Enel richiede la lista dei partecipanti un mese prima della visita!

Comunicare la propria adesione con Nome, Cognome, data di nascita ed estremi del documento d’identità entro il 10 agosto 2019 a comunicai@cainapoli.it o via whatsapp al 338.877.2872.

Non si potranno accettare adesioni dell’ultimo momento

Appuntamento: contattare l’accompagnatore

Equipaggiamento: scarpe comode, giacca a vento leggera, colazione al sacco, acqua.

Descrizione: dal punto di ritrovo al Benzinaio EWA Point di Presezano lungo la Strada Statale 85 Venafrana ci spostiamo in auto al punto di accoglienza della Centrale idroelettrica “Domenico Cimarosa”. I tecnici della centrale ci illustreranno il funzionamento della centrale e ci condurranno in visita nelle zone tecniche e di comando degli impianti. Successivamente, ci spostiamo in auto per una decina di km, per vedere il bacino superiore della centrale e fare la colazione al sacco al limitare del bosco. Nel pomeriggio potremo visitare il paese di Presenzano.

Per i non soci: assicurazione obbligatoria.

Leggi e scarica la scheda della visita

Leggi e scarica la brochure illustrativa della centrale e della storia della zona