Domenica 24 marzo 2019 – Escursionismo

Parco nazionale della Majella – Monti Pizzi

Escursione al Monte La Rocca (1560 m)

con le ciaspole per l’ultima neve

Direttori: Simone Merola 3931971038

Quota massima m 1560
Dislivello salita m 380
Sviluppo del percorso km 10
Durata ore 5
Difficoltà EAI
Colazione al sacco
Acqua non presente lungo il percorso
Mezzi di trasporto: auto proprie
Appuntamento: contattare direttore di escursione
Carta dell’escursione: Parco nazionale della Majella 1:50.000
Equipaggiamento: Scarponi, giacca a vento, abbigliamento a strati da montagna invernali, cappello, occhiali da sole, lampada frontale. Racchette da neve, ARTVA, Pala Sonda

Leggi e scarica la scheda

marzo-aprile 2019 – 1° corso base di escursionismo E1

1° Corso base di Escursionismo E1

Inizio delle lezioni teoriche – sabato 16 marzo ore 14.00

Direttore: Simone Merola cell. 393.1971038

4 lezioni teoriche, Castel dell’Ovo, ore 14.00-17.00

sabato 16 marzo: organizzazione e strutture del CAI; equipaggiamento e materiali; gestione e riduzione del rischio, cenni di meteorologia, rischi e pericoli

sabato 30 marzo: alimentazione, preparazione fisica e movimento: cartografia e orientamento 1

sabato 6 aprile: ambiente montano e cultura dell’andare in montagna; flora e fauna; sentieristica

sabato 20 aprile: organizzazione di un’escursione; elementi di primo soccorso; soccorso alpino

5 uscite in ambiente

domenica 17 marzo: abbigliamento e utilizzo materiali, movimento – Parco regionale dei Campi Flegrei

domenica 31 marzo: lettura del paesaggio, flora, fauna, tutela ambiente montano – Parco nazionale del Vesuvio

domenica 7 aprile: orientamento – Parco regionale Taburno-Camposauro

lunedì 22 aprile: organizzazione di un’escursione – osservazioni Meteo – gestione emergenze – Monti Lattari

domenica 28 aprile: uscita di fine corso – Colline dei Camaldoli

Costo di iscrizione al corso: 30 € da pagare con bonifico bancario (intestato Club Alpino Italiano Sezione di Napoli – IBAN Cariparma IT47E0623003539000035438155), o in contanti presso la segreteria della sezione

Per partecipare al Corso occorre essere iscritti al CAI: vai alle info

Scarica la scheda con il programma dettagliato

Scarica il bando del corso

Scarica e compila la domanda di iscrizione

Il codice socio richiesto nella Domanda di iscrizione si trova nel certificato di iscrizione scaricabile dalla piattaforma MyCAI : entra qui

16 marzo-14 aprile 2019 – XXXIV Corso di introduzione alla speleologia

16 marzo-14 aprile 2019  –  XXXIV Corso di introduzione alla speleologia

5 lezioni teoriche sulle tecniche e i materiali, con nozioni di geologia, carsismo, cartografia e topografia, sicurezza e prevenzione, ecologia e tutela dell’ambiente ipogeo

5 uscite pratiche in palestra di roccia, grotta suborizzontale e grotta verticale

Si richiede l’iscrizione al CAI e il certificato medico per l’attività non agonistica. Iscrizioni in sede, il venerdì 16.30-18.30

Età minima: 16 anni compiuti (l’attestato di partecipazione al corso è valido ai fini del riconoscimento dei crediti scolastici)

Quota di iscrizione al corso: 100 Euro (comprende la copertura assicurativa per la durata del corso, l’utilizzo dei materiali tecnici e la fornitura di materiale didattico)

Direttore del corso: IS Nicola Landi 327.469.31.97

Segreteria, info e iscrizioni: Federica Capecchi 340.896.64.18

Scarica la brochure con tutte le informazioni

Domenica 17 marzo 2019 – Escursionismo – Monti Aurunci

Domenica 17 marzo – Monti Aurunci

Monte Ruazzo (1314 m) dal Rifugio Acquaviva (Monti Aurunci)

Accompagnatori: Angela Frate (340.673.4961), Biancarosa Del Gaudio (333.907.9369)

Dislivello: 530 m (partenza da quota 800 m – arrivo quota 1314 m)

Durata: 5 ore – Distanza: 8 Km (A/R) – Difficoltà: E

Equipaggiamento: Scarponi trekking, bastoncini, zaino, acqua, merenda al sacco, mantellina pioggia, abbigliamento a ‘cipolla’ per escursioni termiche da freddo a caldo, ricambio da tenere in auto in caso di pioggia.

Mezzi di trasporto: escursione con auto proprie – Appuntamento: ore 9.30 Rifugio Acquaviva

Per i non soci: è obbligatoria l’assicurazione. Euro 8,50 da pagare al Direttore di escursione

Leggi e scarica la scheda

sabato 16 marzo – Sabati culturali

Visita delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile

Visita del Museo storico-archeologico di Nola

Direttore : Matteo Paone  333 2805839  –  081 5463288  –  matteopaone50@gmail.com

Percorso : dopo la visita delle Basiliche Paleocristiane di Cimitile ci si sposta in automobile a Nola

Orari: 10.00 Visita delle Basiliche di Cimitile; 11.30 Visita del Museo di Nola; 13 circa Fine del percorso

Mezzi di trasporto : Auto proprie

Appuntamento da concordare con il Direttore di escursione

Leggi e scarica la scheda

Raccolta di fotografie per il calendario 2020

Calendario da scrivania 2020

Raccolta di fotografie

 

La sezione del CAI di Napoli invita i soci a condividere alcune foto di ambiente montano per realizzare il nuovo calendario da scrivania 2020 che sarà distribuito al momento dell’iscrizione.

Ogni autore potrà inviare, all’indirizzo email comunicai@cainapoli.it, al massimo 2 foto in formato jpg, con una risoluzione di 300 dpi e della dimensione al massimo di 8MB.

La raccolta delle fotografie terminerà il 15 settembre 2019.

Il Consiglio tutto sottolinea che non si tratta di un concorso fotografico e la selezione sarà fatta in base a parametri quale la stagione del mese prescelto, oppure l’attinenza a particolari discipline praticate dal CAI. Si cercherà di dare spazio al numero maggiore di fotografi.

 

Aspettiamo le foto dei soci!

Scarica la scheda

Sabato 9 marzo 2019 – Itinerari culturali in Campania

Gli itinerari culturali in Campania a cura del Comitato Scientifico Regionale  –  Sabato 9 marzo

Castello Aragonese dell’Annunziata – Massa Lubrense

Appuntamento alle ore 10 nella piazza di Santa Maria Annunziata
Direttore di escursione:
ONC Graziana Santamaria Tel 335 5421455 
Presidente del Comitato Scientifico Regionale CAI dott.ssa Vilma Tarantino

TEMPI e PERCORSO ESPERIENZIALE : circa 2 ore ( +3 le soste esperienziali e “lettura energetica
della chiesa, del castello e delle torri); potremo comprendere, verificando attraverso test
kinesiologici, come gli insediamenti difensivi fossero posizionati esattamente su vettori di Sud
Ovest e quale sia il notevole aiuto delle energie cosmo telluriche e del riconoscimento (ed “utilizzo)
dei vettori geodinamici ubiquitari
EQUIPAGGIAMENTO NECESSARIO: Scarponcini da montagna, abbigliamento escursionistico “a
strati”, bastoncini telescopici, pranzo a sacco e acqua;
DIFFICOLTA’: T
Saranno presenti la Presidente della Pro Loco e i rappresentanti del Comune di Massa Lubrense,
che ci offriranno un aperitivo. Per l’occasione il Castello verrà aperto dalle 9,40 alle 13.

Leggi e scarica la scheda

Domenica 10 marzo – Escursionismo – Colline irpine

Domenica 10 marzo 2019 – Escursione

Dal castello di Monteforte Irpino (Av) al Monte Pizzone (1108m)
(Colline irpine)

Responsabili: Alberta Acone (320.3129873) LuigiIozzoli (3355645512)

Percorso di andata e ritorno: dai ruderi del castello di Monteforte (650m) alla vetta del monte Pizzone (1108m), per il sentiero 216

Dislivello : 552 m Durata : 2,5 ore Difficoltà: E

Criticità: Il sentiero non presenta particolari criticità, né tratti particolarmente esposti.
Acqua: non ci sono punti di acqua sul percorso.
Attrezzatura necessaria: abbigliamento invernale (possibile presenza neve) e idonee scarpe da escursione; bastoncini; ghette e mantellina anti pioggia; guanti.
Cartografia consigliata: nuova carta del Parco del Partenio (1:25000) edita dall’Ente Parco e dal CAI Campania.
Costi per i non Soci CAI: euro 10 (assicurazioni), da versare necessariamente in sede, il venerdì precedente l’escursione.

Note descrittive: Si parte dalle immediate vicinanze del parco del Partenio, verso l’estremità est del gruppo montuoso, nella provincia di Avellino, dai ruderi del Castello di Monteforte. Il castello fu, con molta probabilità, edificato dai Longobardi su un preesistente antico castrum romano, nel VII-VIII secolo d.C., per controllare la pianura nolana e bloccare la strada alle incursioni nemiche. Il fortilizio fu citato per la prima volta in un atto di
donazione del 1102 fatto dal signore di Monteforte, Riccardo Raone, della stirpe dei Normanni. Ricerche storico–archeologiche, effettuate sui restanti ruderi, hanno confermato che della struttura si avrebbero tracce sin dall’891, dunque in piena dominazione Longobarda. Con lo “Statutus de reparacione castrorum” del 1231, Federico II ordinò la ristrutturazione di alcuni castelli e di abbattere quelli che non avevano alcuna importanza strategica; Monteforte rientrò in quelli che dovevano essere ristrutturati . Nel periodo angioino la roccaforte appartenne ai principi di Monteforte. Secondo storici locali vi dimorò quel Guido che il 25 maggio 1270 nella Chiesa del Gesù di Viterbo assassinò Enrico di Cornovaglia, figlio del re Riccardo d’Inghilterra, per vendicare il padre e il fratello morti nella
battaglia di Evesham. Il castello venne ristrutturato, per fungere sia da fortezza sia da residenza estiva di Carlo I d’Angiò. Nel corso del secolo XV il castello, non più adatto alle esigenze difensive, perse la sua importanza e fu progressivamente abbandonato. Il castello era costituito da una parte centrale e da una cinta muraria concentrica; aveva una torre principale ed altre tre più piccole poste nella parte più facilmente attaccabile. Della fortezza rimangono parte delle mura perimetrali in pietra, una torre a pianta circolare e un camino. La struttura è caratterizzata dalla mancanza di fondazioni, poggiandosi interamente sui numerosi banchi di pietra. La leggenda narrava che in esso vi fosse sepolto un immenso tesoro e ciò ne spiegherebbe in parte la distruzione.

Leggi e scarica la scheda

19-23 aprile 2019 – Trekking di Pasqua all’Isola d’Elba

Isola d’Elba – Trekking tra mare, monti e miniere

19-23 aprile 2019

L’isola d’Elba è la più grande delle isole dell’arcipelago toscano. Conosciuta fin da epoche lontane per le miniere da dove si estraeva principalmente il ferro sotto forma di minerale di ematite. I percorsi prevedono l’attraversamento delle aree più interessanti dell’isola dal punto di vista ambientale. Incontreremo le zone minerarie e percorreremo i crinali più belli e infine saliremo sul monte Capanne, la montagna più alta dell’isola. In tutte le tappe saremo circondati dall’azzurro del mare, il verde dei boschi e le rocce, che si fonderanno in emozionanti suggestivi panorami.

Visite ed escursioni con guide professioniste autorizzate

Viaggio in pullmann GT – Soggiorno in Hotel 3 stelle

Info e prenotazioni: Mario Daniele cell. 339.6747966 – prenotazioni entro il 1 marzo 2019

Leggi e scarica la locandina

Domenica 3 marzo 2019 – Escursione Speleologica – Grotta di San Michele

Domenica 3 marzo 2019 – Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni

Escursione speleologica alla Grotta di San Michele (598 m) da Caselle in Pittari, con il Gruppo Speleologico CAI Napoli

 

Direttore: Umberto Del Vecchio (INS GS CAI Napoli) 338 2156543
Accompagnatori: Gruppo Speleologico CAI Napoli

Dislivello: : 150 m in salita e discesa (AR)
Durata: ore 4 circa comprese soste
Difficoltà: E (Escursionistico)
Equipaggiamento: casco speleo con impianto luce fornito dal Gruppo Speleo; illuminazione frontale di
riserva
Abbigliamento: non è necessario specifico abbigliamento per entrare in grotta in quanto la grotta è
leggermente più fredda che all’esterno; va bene quindi l’abbigliamento utilizzato per il trekking più una giacca
tipo kway per la grotta. Si fa presente che l’ambiente potrebbe essere umido e fangoso e quindi ci si
potrebbe sporcare, portare pertanto un ricambio.
Colazione: al sacco
Acqua: da portare
Appuntamento: davanti al Municipio di Caselle in Pittari (viale Roma) alle ore 09:30
Mezzi di trasporto: auto proprie

Per i non soci è obbligatoria l’assicurazione (€ 8,50), da pagare entro venerdì 1° marzo, contattando il direttore di escursione

Comunicare tempestivamente l’adesione!

Scarica la scheda